Il termine Yoga deriva dal sanscrito "yuj" che significa unire, congiungere: congiunzione di mente e corpo in un insieme unico. Patanjali, un saggio vissuto intorno al 200 a. C., definisce così lo yoga negli "Yoga Sutra": "Yogachitta Vritti Nirodhah": lo Yoga è il controllo (Nirodhah) delle divagazioni (Vritti) della mente (Chitta). Il percorso nello Yoga è un processo che porta a calmare una mente inquieta, l'energia vitale diviene positiva e costruttiva
Mentre si pratica yoga, la nostra mente diventa assorbita dalle percezioni, dai comandi e dalle risposte che partono da e verso di essa; in quel momento si è in uno stato di quiete, di consapevolezza e di concentrazione, siamo compenetrati nel lavoro che si sta svolgendo nell'azione; come dice B.K.S. Iyengar : "yoga è meditazione nell'azione". 

 
Le lezioni inizieranno Lunedì 19 Settembre 2016
   

Orario delle lezioni

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì
9,30 - 11,00 10,00 - 11,30   9,30 - 11,00 10,00 - 11,30
Livello II Livello II   Livello II Livello II
11,15 - 12,30 13,15 - 14,30 11,15 - 12,30 13,15 - 14,30
Livello I Livello I Livello I Livello I
  15,00 - 16,30   18,00 - 19,00 15,00 - 16,30
  Livello II   yoga per atleti Livello II
18,45 - 20,15 19,15 - 20,30 18,45 - 20,15 19,15 - 20,30
Livello III Livello I Livello III Livello I

LIVELLO I Per chi non ha mai praticato Yoga Iyengar: sono introdotti gli Asana di base. Si lavora per un aumento di flessibilità articolare, allungamento dei muscoli, resistenza del corpo ed in particolar modo per ottenere un nuovo benessere psico-fisico.

LIVELLO II Per persone che hanno almeno due anni di pratica di Yoga Iyengar. Tramite nuovi e più articolati Asana si studia la connessione fra parti nel corpo. Sono introdotte tecniche base del Pranayama e si migliora la capacità di concentrazione.

LIVELLO III Per persone con esperienza di tre anni di pratica Iyengar e in grado di eseguire posizioni complesse con un certo grado di resistenza. Si conquista una maggiore capacità propriocettiva. L’intento è formare una comprensione di reale collaborazione tra corpo e mente per il Pranayama.

   
    

Il Metodo Iyengar
Con la pratica dello Iyengar Yoga le articolazioni diventano più stabili, la muscolatura si armonizza e rinforza, gli arti e la spina dorsale si allineano. Inoltre il sistema circolatorio migliora, gli organi interni traggono giovamento dallo stimolo che ricevono in ogni posizione, le difese immunitarie si accrescono rendendo il corpo più forte in caso di malattia e la mente si calma, si riequilibra e si rilassa. 

B.K.S. Iyengar
B.K.S. Iyengar è la figura di maggior rilievo nell'ambito dello yoga mondiale, per il livello della sua pratica e del suo insegnamento. Il Maestro, chiamato "Guruji" dai suoi allievi, ha vissuto e insegnato a Puna, in India nell'Istituto dedicato alla memoria della moglie, il Ramamani Iyengar Memorial Yoga Insitute, noto centro di studio, di pratica e di formazione.

 

I Corsi
Imparare ad eseguire un' Asana non è cosa fine a sé stessa. Nell'eseguire una Asana viene risvegliata la ricerca, l'esplorazione e la sensibilità, la consapevolezza del proprio corpo e delle azioni-reazioni che si verificano. Le posizioni danno scioltezza, elasticità e resistenza, migliorano la funzionalità di tutti gli organi interni e degli apparati.

 

 
 

Stiamo aggiornando il nostro sito. Per approfondire vi invitiamo a continuare la navigazione cliccando qui.

 

A.S.D. Le Farfalle | C.F. 97392890584 | Via Plinio, 27 - 00193 Roma | Cell. 338.15.05.281 | Email: lefarfalleiyeyoga@libero.it